Annunciata dal ministro Dario Franceschini la riqualificazione di Cinecittà, con apertura del nuovo museo entro il 2018

Buone notizie dal fronte Cinecittà. Malgrado i problemi degli ultimi anni, il complesso di set e studi cinematografici romano vivrà ora di nuova vita, grazie ai nuovi progetti di riqualificazione annunciati dal ministro Franceschini.

Il ministro Dario Franceschini in un tour nei Cinecittà Studios

Con 5 esperti riporteremo Cinecittà agli antichi fasti. Di Cinecittà se ne è parlato tanto negli anni per i problemi che ha rappresentato. Ora che tutto va bene non si dice nulla?

 

Dario Franceschini, ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo

Una promessa, quella del ministro Dario Franceschini, che verrà mantenuta nell’immediato futuro: entro il 2018. Già è stato firmato il decreto di nomina per cinque esperti nel settore cinematografico, che collaboreranno al progetto di rilancio di Cinecittà. Nomi influenti, del calibro di: Pupi Avati, Paolo Mereghetti, Daria Bignardi, Marina Cicogna ed Enrico Magrelli. Queste cinque personalità lavoreranno a titolo gratuito, restando in carica per tre anni. In tutto il progetto è previsto, inoltre, il coinvolgimento della Rai.

Cinecittà, a breve il nuovo museo e nuove produzioni

Verranno di conseguenza ampliate tutte le attività museali, con Dante Ferretti che rielaborerà gli allestimenti. Prenderà poi vita il MIAC, Museo Italiano Dell’Audiovisivo e del Cinema. Gli studios, attivi dal 1937, rappresentano una delle eccellenze cinematografiche, grazie ai suoi 22 teatri di posa dotati di camerini, sale trucco e magazzini. Anche per quanto concerne la produzione televisiva, molte trasmissioni li hanno scelti come sede di registrazione.

Entro il 2018 l'apertura del nuovo museo di Cinecittà

Tuttavia, malgrado sprechi e disorganizzazione ‘all’italiana’, gli Studios sono stati scelti negli ultimi anni per la realizzazione di produzioni hollywoodiane, ma anche italiane. L’ultima di queste è Il Nome Della Rosa, la serie che andrà sulla Rai con John Turturro e Rupert Everett. Il risultato è che già dal 2018 Cinecittà potrà finanziarsi con introiti a maggioranza privata, con l’idea di coinvolgere anche società di alto livello come Netflix.

E voi? Andrete a visitare il nuovo museo? Secondo il ministro Franceschini è una realtà molto verosimile. Siete pronti? Fatecelo sapere, come solito, attraverso un commento, vi aspettiamo!

Rental Film Industry